L’imprenditore previdente, saggio che raggiunge il successo: le regole d’oro, ovvero la filosofia di Amundsen

  1. Ama il benessere, non il denaro;
  2. Ama i suoi collaboratori, ma non li vizia;
  3. Ama i suoi clienti, ma ne cerca continuamente di nuovi;
  4. Ama i suoi prodotti, ma non li considera migliori degli altri;
  5. Fa tornare i conti aziendali, prima dei suoi;
  6. Imprenditore è importante, non arrogante;
  7. Cerca le giuste risorse, ma sa che non basteranno mai;
  8. Rispetta le banche e gli enti finanziatori, ma lavora per farne a meno;
  9. Ha bisogno di tutti e di nessuno;
  10. Persegue lo sviluppo, ma non lo fa a debito;
  11. È sapiente, non saccente;
  12. Sul suo sapere aggiornato, fonderà la sua autorevolezza;
  13. Apprende e usa le nuove tecnologie, perché in esse sta il segreto della competitività;
  14. Sa che il sapere richiede applicazione, dedizione, sacrificio;
  15. Sarà l’esempio, non la facciata;
  16. Farà comunicazione, non pubblicità;
  17. Cercherà il consenso, ma non dipenderà da esso
  18. Sarà umano, mai disumano;
  19. Dirà la verità a chi la può capire;
  20. Premierà il merito e il talento, mai il ruffianismo;
  21. Nel business vige una regola assoluta: o tanti soldi o tanto tempo;
  22. Gestisce con saggezza gli errori, ma non li considera nè peccati, nè colpe;
  23. Deve avere l'approccio del combattente "non sempre cavaliere";
  24. Deve sapere che combatterà tutta la vita;
  25. Deve sapere che, specie oggi, "chi fa da se, fa abbondantemente per tre".
  26. Se apre un cerchio lo chiude sempre. Sono in gioco la sua immagine e la sua credibilità
  27. Sa che la sua immagine e la sua credibilità sono la dotazione fondamentale della sua azienda
  28. E' attentissimo al concetto di feed-back

Imprenditore sei sicuro che quello che avviene a livello nazionale non sia strettamente connesso a quanto avviene quotidianamente nella tua piccola azienda?

In questi giorni siamo bombardati dai lodi (quanti capiscono esattamente di cosa si sta parlando?): quello Alfano, quello Mondadori, quello Schifani. E poi e tutto un parlare di escort, dissesti idrogeologici, casse integrazioni galoppanti… tutte cose che non molti capiscono bene .
Le televisioni e i giornali ci bombardano – a loro detta – di informazioni, eppure la confusione mentale è la più totale.
E qui veniamo al punto che interessa sottolineare:

la confusione e la non comprensione non generano positive capacità reattive, generano solo paure e auto chiusure, e ricerca di capri espiatori.

Questo personale preoccupato da problemi enormi che si sono accumulati negli anni, che affliggono tutti ormai (persone, famiglie, strutture sociali) ed educato – non so fino a che punto consciamente – all’irresponsabilità, alla cassa integrazione permanente, all’assenza di prospettive future; questo personale così preoccupato, che aiuto ti può dare se non il vedere te stesso nel breve e nell’immediato come colui che non può o non vuole soddisfare le loro esigenze (pretese)?
Tu quindi oltre agli enormi problemi per tenere degnamente in carreggiata la tua azienda, sei anche in pratica l’ostacolo al loro progresso personale.
Questi sono confronti micidiali resi al momento assai complessi proprio da barriere culturali, che si sono generate poco a poco negli ultimi venti anni, anni in cui il nostro paese si è bloccato completamente, non tanto mentalmente quanto nell’azione.
Ecco perché devi riprendere di brutto il tuo ruolo di” Tutor Aziendale”, creando spazi e capacità per svegliare i tuoi dipendenti allo scopo di motivarli all’azienda e di farne un manipolo di sopravvivenza legati da un patto di fedeltà al capo, come succedeva ai tempi di Roma col patto che legava i soldati al loro generale, che chiedeva loro di morire per lui, ma lui si sentiva obbligato a farli vincere.
Forse è arrivato il momento di capire che la cultura d’impresa è cultura per l’impresa, ed è la soluzione di tutti i problemi aziendali.
Da qui anche il progetto Amundsen, che prima che un progetto tecnico, è un progetto culturale, il cui scopo è avviare a soluzione”strutturale”non episodica le problematiche della tua impresa.

Commenti chiusi per questo articolo.

Leggi i nostri ultimi articoli:

Improve the web with Nofollow Reciprocity.