L’imprenditore previdente, saggio che raggiunge il successo: le regole d’oro, ovvero la filosofia di Amundsen

  1. Ama il benessere, non il denaro;
  2. Ama i suoi collaboratori, ma non li vizia;
  3. Ama i suoi clienti, ma ne cerca continuamente di nuovi;
  4. Ama i suoi prodotti, ma non li considera migliori degli altri;
  5. Fa tornare i conti aziendali, prima dei suoi;
  6. Imprenditore è importante, non arrogante;
  7. Cerca le giuste risorse, ma sa che non basteranno mai;
  8. Rispetta le banche e gli enti finanziatori, ma lavora per farne a meno;
  9. Ha bisogno di tutti e di nessuno;
  10. Persegue lo sviluppo, ma non lo fa a debito;
  11. È sapiente, non saccente;
  12. Sul suo sapere aggiornato, fonderà la sua autorevolezza;
  13. Apprende e usa le nuove tecnologie, perché in esse sta il segreto della competitività;
  14. Sa che il sapere richiede applicazione, dedizione, sacrificio;
  15. Sarà l’esempio, non la facciata;
  16. Farà comunicazione, non pubblicità;
  17. Cercherà il consenso, ma non dipenderà da esso
  18. Sarà umano, mai disumano;
  19. Dirà la verità a chi la può capire;
  20. Premierà il merito e il talento, mai il ruffianismo;
  21. Nel business vige una regola assoluta: o tanti soldi o tanto tempo;
  22. Gestisce con saggezza gli errori, ma non li considera nè peccati, nè colpe;
  23. Deve avere l'approccio del combattente "non sempre cavaliere";
  24. Deve sapere che combatterà tutta la vita;
  25. Deve sapere che, specie oggi, "chi fa da se, fa abbondantemente per tre".
  26. Se apre un cerchio lo chiude sempre. Sono in gioco la sua immagine e la sua credibilità
  27. Sa che la sua immagine e la sua credibilità sono la dotazione fondamentale della sua azienda
  28. E' attentissimo al concetto di feed-back

Piccolo imprenditore: al momento siamo ridotti molto male….e non si notano segni di miglioramento.

La situazione di difficoltà nella quale noi piccoli imprenditori ci dibattiamo da anni non accenna a migliorare.

Al contrario,se guardiamo alla realtà attuale senza i filtri maledetti degli interessi consolidati,che molti, troppi difendono fino allo spasimo. Tutti sappiamo che il begodi è finito e chi lo abbandona anche per onestà, non ne godrà più. E chi rinuncia ? Non siamo famosi forse per altruismo e sensibilità sociale?

Ce li abbiamo tutti contro.

Lo stato in tutte le sue manifestazioni a partire dalle tasse,che sono diventate veramente insopportabili. Uno stato che è diventato corsaro.

Una burocrazia diventata veramente insopportabile….e arrogante.

Una informatica usata soprattutto per registrare tutto a danno dei deboli.

Una privacy ridotta a zero.

Una giustizia che fa quel che può…e in ciò diventando iniqua.

Le banche che non ci erogano credito proporzionato alle nostre esigenze, e al ruolo  che abbiamo rispetto al tanto agognato sviluppo. Anzi non ce lo erogano proprio. Hanno altro a cui pensare

I sindacati: stritolati nella stessa macchina che hanno generato. Una cultura dei diritti a ruota libera,che tutela privilegi,pretese,diritti acquisiti in epoche che tutto permettevano,perché c’erano i mezzi.

Già i mezzi. Ora non ci sono più. E senza mezzi non si fa niente.

Non si può fare niente; soprattutto per il futuro,

Abbiamo una gioventù nemmeno bruciata, ma mancata!

Un tempo imprenditore era uno status,ora è una colpa….e una pena perpetua.

Ovunque ai problemi nuovi ,che la crisi profonda in cui viviamo ci sta proponendo, vediamo avanzare soluzioni vecchie,che non risolvono. E nonostante andiamo avanti così. Purtroppo andremo a sbattere. L’esperienza ci insegna che in questo paese la lungimiranza è una grave colpa.

Perché rompe gli zebedei.

Ma non scappiamo. La storia ,che nessuno più studia,non ci farà sconti.

Non ci salverà la nuova cultura del clacson e dello zin zin zin!

Finchè non diventeremo una forza, saremo solo mucche da mungere.

Cosa cj deve capitare perché lo capiamo….e cominciamo a fare, ad agire di conseguenza?

E’ una questione anche culturale? Si

Anche morale? Si

Povero Amundsen!

Commenti chiusi per questo articolo.

Leggi i nostri ultimi articoli:

Improve the web with Nofollow Reciprocity.