L’imprenditore previdente, saggio che raggiunge il successo: le regole d’oro, ovvero la filosofia di Amundsen

  1. Ama il benessere, non il denaro;
  2. Ama i suoi collaboratori, ma non li vizia;
  3. Ama i suoi clienti, ma ne cerca continuamente di nuovi;
  4. Ama i suoi prodotti, ma non li considera migliori degli altri;
  5. Fa tornare i conti aziendali, prima dei suoi;
  6. Imprenditore è importante, non arrogante;
  7. Cerca le giuste risorse, ma sa che non basteranno mai;
  8. Rispetta le banche e gli enti finanziatori, ma lavora per farne a meno;
  9. Ha bisogno di tutti e di nessuno;
  10. Persegue lo sviluppo, ma non lo fa a debito;
  11. È sapiente, non saccente;
  12. Sul suo sapere aggiornato, fonderà la sua autorevolezza;
  13. Apprende e usa le nuove tecnologie, perché in esse sta il segreto della competitività;
  14. Sa che il sapere richiede applicazione, dedizione, sacrificio;
  15. Sarà l’esempio, non la facciata;
  16. Farà comunicazione, non pubblicità;
  17. Cercherà il consenso, ma non dipenderà da esso
  18. Sarà umano, mai disumano;
  19. Dirà la verità a chi la può capire;
  20. Premierà il merito e il talento, mai il ruffianismo;
  21. Nel business vige una regola assoluta: o tanti soldi o tanto tempo;
  22. Gestisce con saggezza gli errori, ma non li considera nè peccati, nè colpe;
  23. Deve avere l'approccio del combattente "non sempre cavaliere";
  24. Deve sapere che combatterà tutta la vita;
  25. Deve sapere che, specie oggi, "chi fa da se, fa abbondantemente per tre".
  26. Se apre un cerchio lo chiude sempre. Sono in gioco la sua immagine e la sua credibilità
  27. Sa che la sua immagine e la sua credibilità sono la dotazione fondamentale della sua azienda
  28. E' attentissimo al concetto di feed-back

 Imprenditore: c’è una cultura indispensabile per te? E tu a che punto sei?

 Se gli esami non finiscono mai,  a quali ti sei sottoposto e quando,per verificare di avere il sapere giusto per il tuo mestiere oggi?

Socrate diceva: c’è un solo bene ,il sapere,e un solo male,l’ignoranza!

Certo non fece una bella fine in vita,ma per coerenza e perché era veramente un grand’uomo:forse il più grande. Aveva insegnato tutta la vita,e sapeva bene che insegnare comporta oltre che avere contenuti,anche essere coerenti. Perciò scelse deliberatamente di morire, anziano. Diede il buon esempio e ce lo ricordiamo bene ancora oggi.

Socrate sapeva con cognizione di causa che il sapere è potenza, ma sapeva anche bene che questa potenza doveva essere collegata con una profonda etica.

Vedi noi abbiamo un motto: “ Il Sapere ti darà la potenza,Amundsen ti darà la Vittoria: www.imprenditore-impara.it. Perchè a te interessa il risultato (la Vittoria) non lo strumento (il Sapere). Purtroppo non puoi acquisire la Vittoria senza il Sapere (oggi più che mai), e non ci sono sconti!

Ma quale sapere?

E qui la domanda sorge spontanea: qual è il giusto sapere, e dove posso trovarlo.

Oggi c’è tutto, o quasi; anche per merito del Web,ma è difficilissimo trovare qualcosa che non sia scontato,o banale, o di uso corrente.

Il sapere è fatto di una opportuna base di” preparazione base “ (quella che si apprende normalmente in una scuola) e di adeguata esperienza.

Oscar Wilde diceva:” l’esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l’esame………poi ti spiega la lezione! Aggiungo io quando te la spiega!

Perciò alla giusta base va aggiunta la giusta esperienza! E qui casca l’asino. C’è un giusto connubio? Un connubio c’è,Amundsen :il metodo per imprenditori inventato proprio per questo. Per il momento è l’unico :anche perché è frutto di 15 anni di vita di lavoro “sul marciapiede”.

Già il marciapiede. Nessuno ci vuole più stare,ed è la ragione per cui,in questo paese,la classe dirigente vola solo alto,talmente alto, che molti di noi si chiedono,se ancora ci vedono,noi e i nostri problemi,che dovrebbero essere deputati a risolvere!

Il sapere giusto. Cercalo, e lo troverai. Ti aiuterà sempre e non ti tradirà mai. Ma che fatica acquisirlo! Ma s’è mai vista forza senza fatica e sacrificio?

I media fanno pubblicità a tutto tranne che alla fatica e al sacrificio: tutto è facile e a portata di mano: ma non è così,purtroppo o meno male?

Un sapere per provare c’è: vai su www. Imprenditore-impara.it oppure su

www. suggerimentianticrisiimprese.com. Troverai un giusto sapere. Sta a te entrare oppure no!

 

                                                                        Ing. Flavio De Crescenzo

Commenti chiusi per questo articolo.

Leggi i nostri ultimi articoli:

Improve the web with Nofollow Reciprocity.